Amministrazione Fisco Tasse: 7 punti da ricordare per vivere meglio.

Amministrazione Fisco Tasse: 7 punti da ricordare

Questo titolo ambizioso nasce da una considerazione che facciamo praticamente ogni giorno da anni, mentre ci occupiamo degli aspetti fiscali e amministrativi dei nostri Coworker e clienti.

In molti casi si tratta di progetti in fase iniziale, oppure di professionisti che lavorano da soli, o ancora di lavoratori autonomi freschi di partita Iva.

C’è un motivo per cui citiamo queste categorie.

Le citiamo in quanto – a differenza delle aziende di medie o grandi dimensioni, con cui pure lavoriamo – spesso non hanno ancora sviluppato quell’approccio professionale e pragmatico verso tutto ciò che è contabilità, scadenze, gestione amministrativa.

Naturalmente nessuno “nasce imparato”, come si dice, ed è compito nostro aiutare i clienti a porsi sempre meglio riguardo questi aspetti dell’attività lavorativa.

E in fondo anche questo post, con il suo incipit promettente, vuole dare delle informazioni molto semplici su come muoversi meglio in questi ambiti, spesso visti – giustamente – come complessi, burocratizzati, molto specialistici.

Dal punto di vista del nostro lavoro, se da un lato confermiamo questa complessità, dall’altro ci troviamo ad essere più bravi laddove i clienti ci agevolano con informazioni tempestive, dati precisi… ma non anticipiamo i consigli: eccoveli!

Amministrazione Fisco Tasse: 7 punti da ricordare per vivere meglio.
Dedicato a Coworker, freelance, autonomi, partite iva.

1 – Il vostro consulente deve sapere tutto

2 – Il vostro consulente deve sapere tutto, e in tempo, così da potervi consigliare prima che diventi troppo tardi

3 – Fatevi un’agenda delle scadenze: se non cambiate configurazione dell’attività, le date da rispettare sono sempre le stesse

4 – Siate ordinati e puntuali, fatevi spiegare che documenti portare al consulente e quando, e poi fatelo

5 – Considerate l’amministrazione un’attività strategica: il consiglio giusto al momento giusto può farvi risparmiare, e talvolta anche guadagnare di più

6 – Non stressate il vostro consulente quando si avvicina una scadenza, per poi dimenticarvene lungo i successivi 11 mesi, magari ignorando le sue richieste periodiche: siete partner, i risultati si ottengono lavorando insieme nell’arco dell’anno

7 – L’amministrazione sana e ben fatta è come un corpo sano e performante: cercate sempre di prevenire, e possibilmente non arrivate mai a dover curare

E’ anche opportuno, in tutto questo, riconoscere che anche noi consulenti abbiamo le nostre pecche, e non sempre ci comportiamo in maniera strategica verso i clienti, ma ciò nasce spesso da una cattiva informazione reciproca.

Quando possibile, la nostra attitudine è sempre quella di costruire un rapporto a medio-lungo termine, vagliando con attenzione ogni singola possibilità di migliorare l’attività professionale dei nostri clienti, curando ogni aspetto con attenzione e consapevolezza, senza dimenticare che… le cose cambiano di continuo, e quindi si possono rendere necessarie delle correzioni di rotta, strada facendo.

In conclusione: è vero che queste cose possono essere complicate, ma è anche vero che il buon lavoro dà sempre i suoi frutti, anche nella contabilità e nella gestione.

E noi siamo felici di vedere che i nostri coworker riescono a lavorare meglio e più serenamente grazie a un corretto approccio al mondo amministrativo e fiscale.

Si può fare! 🙂

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*