Perché il coworking, senza le persone che lo praticano, è solo una parola.

Coworking Search su GoogleBasta digitare “coworking” su Google per verificare come la parola “Coworking” abbia ormai molte accezioni.

Come sempre accade con i nuovi termini del linguaggio, le interpretazioni abbondano, e non sempre, davanti a uno spazio di coworking, quello che si vede corrisponde all’idea che ci si è fatta.

Per quanto ci riguarda, l’idea di coworking di Coworking Che Conta è ben definita – non solo dalle pratiche e dalle attitudini di chi è presente nel nostro spazio, cosa fondamentale – ma anche, a livello di impostazione, dal documento “Coworking Manifesto” che il nostro Network di riferimento condivide con l’intera community, ormai da anni.

Il primo dei 10 punti del Coworking Manifesto mette appunto le basi di “cosa parliamo quando parliamo di coworking”, per citare il titolo di un CowoCamp di qualche anno fa:

Il coworking, senza le persone che praticano,
è solo una parola.

 

Un modo semplice e chiaro per ribadire un concetto per noi fondamentale: coworking non è una stanza attrezzata, non è una scrivania a basso prezzo, ma è una situazione dove le relazioni sono al centro dell’attenzione.

Semplice, vero?

Vi aspettiamo a Milano in zona Cadorna per conoscervi e… dimostrare con i fatti come mettiamo in pratica questo e gli altri punti del Coworking Manifesto!

🙂

[slideshare id=50219619&doc=coworking-manifesto-cowo-network-150706161517-lva1-app6892]

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*