Case fantasma: oltre un milione in Italia.

Case fantasma Sono oltre un milione le case fantasma, quelle sconosciute al Catasto, non censite, che fino a ieri si sottraevano a qualsiasi tassazione.

Dopo cinque anni di lavoro, controllo di dati, ricerche incrociate, l’Agenzia delle Entrate è venuta a capo di un’operazione molto importante.

E’ iniziata nel 2007 la scansione a raggi x della penisola, attraverso un innovativo processo di foto-identificazione, basato sulla sovrapposizione di foto aeree sulle mappe catastali esistenti.

Così l’Agenzia del Territorio, adesso incorporata nell’Agenzia delle Entrate, fa sapere che le rendite catastali “avvistate” ammontano a 825 milioni di euro di cui 537 provengono da rendite certe.

Questi dati non vanno confusi con l’abusivismo edilizio. Anche una casa nuova, a norma, potrebbe non essere dichiarata al Catasto, quindi abusiva.

I proprietari di case dichiarate avevano tempo fino al 30 novembre 2012 per mettersi in regola, quasi un terzo non l’ha fatto.

Adesso il compito passa nelle mani dei Comuni, che dovranno decidere come agire a livello locale.

L’operazione Case Fantasma potrebbe generare un gettito complessivo di circa 589 milioni di euro.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*