Il 27/12 scade l’acconto Iva.

SvegliaEntro il 27 dicembre i contribuenti devono versare l’acconto Iva per l’anno 2013.

I metodi utilizzati per il calcolo sono tre.

  • Il metodo storico che prevede un ammontare pari all’88% dell’imposta dell’ultimo periodo di liquidazione Iva dell’anno precedente.
  • Il metodo previsionale viene utilizzato qualora venga stimato un importo da versare inferiore rispetto a quanto versato nell’annualità precedente. La percentuale di acconto dovrà essere almeno pari all’88% dell’imposta poi effettivamente risultante dalla dichiarazione Iva.
  • il metodo effettivo-analitico consente di calcolare quanto dovuto a titolo di acconto, in base al 100% dell’imposta risultante dalla liquidazione derivante dalle operazioni realmente effettuate fino al 20 dicembre 2013.

Il 27 dicembre è una scadenza importante perché è l’ultimo giorno utile per versare (o contenere sotto la soglia dei 50.000 euro) l’eventuale Iva dichiarata per l’anno 2012, e non ancora versata, per non incorrere in sanzioni penali.

Il reato di mancato versamento dell’Iva, sanzionato con la reclusione da sei mesi a due anni, previsto dall’articolo 10-ter del decreto legislativo 74/2000, scatta se alla data di scadenza dell’acconto dell’Iva dell’anno successivo non sia stata versata l’imposta dell’anno precedente per importi superiori a 50.000 euro.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*