Un nuovo sistema di controllo sui conti correnti: occhio all’occhio del Fisco!

L'occhio del fisco sui conti correntiBanche, operatori finanziari e agenzia delle Entrate hanno firmato un nuovo accordo che regola i rapporti economici con un maggiore controllo su conti, movimenti e investimenti.

E’ stato il direttore dell’agenzia delle Entrate, Attilio Befera, a firmare il provvedimento come misura anti-evasione.

Entro il 31 ottobre 2013 dovranno essere comunicati gli attivi del 2011: i saldi sui conti correnti e le movimentazioni, i depositi titoli, le gestioni patrimoniali, le polizze, ma anche l’utilizzo di carte di credito e la presenza di cassette di sicurezza.

Banche, Poste Italiane, intermediari, imprese di investimento, organismi di investimento collettivo del risparmio e società di gestione del risparmio dovranno rendere noti al Fisco tutti i dati dei rapporti in essere: dal codice univoco ai cointestatari, dal saldo iniziale a quello finale.

Tutto avverrà nel rispetto della privacy, con l’invio di posta certificata.

I dati saranno conservati per sei anni e poi automaticamente cancellati.

Sono esenti dal controllo del Fisco i fondi pensione e i finanziamenti.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*