Chi sono i nostri coworker? Intervista a Sona Arabian, fashion designer.

Sona Arabian fashion designer

Si parla tanto di coworking, ma molti ci chiedono:

Che tipo di professionista viene nei vostri spazi?

Abbiamo quindi deciso di proseguire – dopo la prima intervista di qualche mese fa – con una piccola serie di post dedicati a presentare chi condivide le nostre giornate lavorative, i nostri caffè e… perché no, qualche piacevole chiacchiera tra un lavoro e l’altro.

Cominciamo con la fashion designer Sona Arabian.

CowoCheConta – Qual è il tuo lavoro?

Sona Arabian – Sono una libera professionista nell’ambito della moda. Faccio design, stilismo, personal shopper, illustrazioni. E a volte anche traduzioni dal russo-italiano-spagnolo.

CCCCosa ti ha portato a lavorare in coworking?

SA – Da 7 anni lavoro da casa per poter seguire anche i miei bambini, ma a casa è molto difficile non distrarsi e rimanere concentrata le ore necessarie. Sentivo che la casalinga iniziava a prevalere sulla professionista. Perdevo il ritmo, non rispettavo le scadenze. Per iniziare un progetto nuovo sentivo l’esigenza di uno spazio diverso. E il coworking è stata la soluzione migliore.

CCC – Quali sono i pro e i contro del coworking, nella tua esperienza?

SA – Sono da poco nel coworking e per adesso vedo… solo pro 🙂 Eccoli:

1) Dover uscire da casa ed eliminare l’opzione computer-in-ciabatte, il che significa impostare la giornata in modo da essere più organizzata e attiva

2) Vedere la gente lavorare, l’ambiente, l’organizzazione dello spazio, le conversazioni e i silenzi, e tutto nell’armonia lavorativa, dà lo stimolo  giusto per essere concentrata e ottimista

3) Conoscere persone che portano avanti progetti interessanti, condividere esperienze ed informazioni è molto stimolante

4) Economicamente parlando, è una soluzione ottima per un libero professionista. Tanta gente non si mette in proprio solo perché non può sostenere l’affitto di un ufficio

CCCTu fai un lavoro di tipo creativo, e ti trovi in un ambiente nato per il lavoro amministrativo: love or hate?

SA – Non sempre il mio lavoro è puramente creativo. In questo periodo, come ho detto prima, mi serve un ambiente diverso, e le soluzioni proposte da CowoCheConta sono adatte alle mie esigenze. Ho un rapporto bellissimo con Laura e Loan e il condividere con loro certe mie idee troppo creative a volte mi aiuta a… tenere i piedi per terra.

CCC Se avessi la bacchetta magica, cosa aggiungeresti al Cowo dove ti trovi?

SA – Non saprei… sto così bene.

Ringraziamo Sona per la sua disponibilità e le gentili parole (fin troppo!) A chi volesse conoscere meglio le sue collezioni, da cui è tratta la foto sopra, consigliamo di visitare il suo sito.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*